Benevento. Inzaghi: "Col Cosenza sarà fondamentale il nostro pubblico" - I AM CALCIO COSENZA

Benevento. Inzaghi: "Col Cosenza sarà fondamentale il nostro pubblico"

Mister F. Inzaghi, Benevento
Mister F. Inzaghi, Benevento
BeneventoSerie B

Giorno di conferenza stampa per mister Inzaghi: il tecnico del Benevento ha parlato ai media nella sala stampa del "Vigorito" alla vigilia del match contro il Cosenza. Queste le sue parole:

"Questa è la partita peggiore che ci potesse capitare, sia per l'avversario, che viene da due sconfitte immeritate, sia per noi che non dobbiamo esaltarci per la vittoria nel derby. Sarà un match complicato, la squadra è pronta e speriamo nell'apporto del nostro pubblico che domani sarà fondamentale. Abbiamo ancora molto da migliorare ma daremo sempre il massimo.

Metterò in campo la miglior formazione possibile senza pensare a martedì perché ora dobbiamo concentrarci sul Cosenza. Ho qualche dubbio perché stanno tutti bene e si allenano tutti al massimo. Ho spiegato ai ragazzi che non tutte le partite potranno essere come quella di lunedì che abbiamo vinto con il gioco. Io voglio che si vincano anche le partite "sporche": bisogna vincere anche le partite nelle quali non si gioca bene. Veniamo da un risultato importante che non vorremo rovinare. Il fatto di avere tutti a disposizione mi facilita il compito anche se mi mette in difficoltà. 

Il Cosenza ha dimostrato sia lo scorso anno che in questo che è una squadra brava a chiudersi e a ripartire ed allenata da un "marpione" della categoria. Ai ragazzi ho detto che devono lavorare per togliersi quelle soddisfazioni che avevano negli occhi all'uscita dal campo di Salerno. Al momento abbiamo fatto solo una cosa importante: abbiamo dimostrato che sappiamo giocare come fatto nel derby e ora, se i ragazzi non lo faranno sempre, mi faranno arrabbiare molto. 

Lavoriamo tutti i giorni per trovare maggiore equilibrio e trovare la posizione ideale per ogni giocatore. La nostra forza è che possiamo giocare in vari modi ma sempre facendo rendere al meglio i singoli. I veri interpreti restano i calciatori: una giocata come quella che portato al gol di Sau a Salerno, dopo 16 tocchi di palla, la fanno i calciatori e non gli allenatori.

La pazienza e l'attenzione saranno le caratteristiche che per noi saranno fondamentali per la gara di domani: dovremo essere maturi, senza forzare i passaggi e sapendo che la partita dura 90'. Sono curioso anche io di vedere la reazione della mia squadra al derby ma fiducioso per quanto visto in allenamento. Miglioreremo con il tempo perché c'è un nuovo allenatore e una nuova idea di gioco. All'inizio ho spinto molto sulla fase offensiva per inculcare un certo tipo di mentalità ai ragazzi; poi abbiamo lavorato sull'equilibrio che, pian piano, stiamo trovando.

Kragl sta bene, quando è entrato ha fatto bene e avrà le sue chance: l'ho voluto io e sa che deve farsi trovare pronto quando chiamato in causa. I dubbi riguardano proprio uno tra lui ed Insigne e, dall'altra parte Improta-Tello: stanno tutti molto bene e deciderò in base a tanti fattori sia guardando noi che l'avversario. 

Se vinci come fatto da noi su un campo come quello della Salernitana vuol dire che tutti hanno giocato oltre il 100%. Ora avremo un test importante per dimostrare, davanti al nostro fondamentale pubblico, che possiamo essere sempre quelli visti lunedì sera.

Mi auguro che la squadra tenga questa condizione fisica per tanto tempo e abbiamo lavorato tanto in tal senso: credo ciecamente nel lavoro e nei preparatori che ho, che per me sono un lusso per la categoria. Letizia e Maggio sono due uomini fondamentali e lo stanno dimostrando sia in gara che in allenamento. I ragazzi hanno capito che io mando in campo chi mi da più garanzie e quindi danno sempre il meglio per mettermi in difficoltà.

Vokic? Sta lavorando tanto e starà a me trovare il momento giusto per inserirlo: la squadra è forte ed è anche difficile trovare lo spazio per inserirlo. Insieme a Di Serio, Gyamfi, Basit e Rillo, sono sicuro che al momento giusto sapranno darci soddisfazioni".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO COSENZA Serie B