Serie B, il Ds Trinchera già a lavoro per costruire un grande Cosenza

Braglia e Trinchera
Braglia e Trinchera

Il Direttore sportivo del Cosenza, Stefano Trinchera, non perde tempo ed è già a lavoro per costruire il Cosenza stagione 2019/2020. I lupi hanno raggiunto la salvezza con un turno d'anticipo e questo consente alla società del presidente Guarascio di poter iniziare a programmare la nuova stagione con largo anticipo.

Quello che nascerà sarà un Cosenza che nelle intenzioni della dirigenza rossoblu dovrà riuscire a fare ancor meglio rispetto a quanto di buono già fatto nell'ultimo campionato. Nessun proclamo, ma è ovvio che in casa Cosenza c'è il desiderio di condurre un campionato d'alta classifica, nella zona play-off, tanto per intenderci. 

Dopo aver messo nero su bianco con mister Braglia, il Ds Trincherà procederà con i rinnovi del difensore Idda e del centrocampista Bruccini. Resterà alla corte di Piero Braglia anche il terzino destro Bittante, il cui contratto con il Cosenza si è rinnovato automaticamente in quanto il calciatore ha collezionato almeno 10 presenze in rossoblu. Già detto di Dermaku che non rinnoverà il contratto in scadenza il 30 giugno, potrebbero salutare Cosenza anche il portiere Saracco e l'esterno destro argentino Izco. Bisognerà capire se Saracco accetterà il ruolo di vice Perina oppure preferirà andare a giocare altrove, mentre per Izco ci sarà da tenere in considerazione l'età anagrafica (è un classe 1983).

Sistemate queste situazioni, Trinchera inizierà a muoversi per rinforzare la squadra. Il Ds sicuramente parlerà in primis con Fiorentina e Napoli. Alla società viola verrà chiesto di poter trattenere ancora per un anno Baez, mentre le posizioni di Schetino e Trovato sono ancora in fase di valutazione. In più alla società rossoblu potrebbero essere proposti un paio di elementi interessanti della Primavera Viola di mister Bigica che quest'anno ha vinto la Coppa Italia. Prima, però, ci sarà da attendere che in casa viola venga definito il quadro per la prossima stagione, in quanto la posizione del Ds Corvino non è più solida come l'anno scorso. Con il Napoli, invece, si parlerà ovviamente di Palmiero e Tutino, anche se le probabilità di rivederli in Calabria anche il prossimo anno, ad oggi, sono veramente basse, più del centrocampista Gaetano che è seguito con interesse dai rossoblu.

Fatti questi passaggi con Fiorentina e Napoli, Trinchera dovrà parlare anche con il Palermo per Embalo, con il Novara per Sciaudone e Maniero, con il Chievo Verona per Garritano. Solo dopo aver definito queste situazioni, il Direttore sportivo rossoblu andrà alla ricerca di almeno tre elementi in grado di aumentare ancora di più la qualità dell'organico da mettere a disposizione di mister Braglia: un difensore centrale, un centrocampista e un attaccante.

Foto (Cosenza Calcio)

Francesco Modaffari

Leggi altre notizie:COSENZA